/**
La gestione documentale per la Pubblica Amministrazione è uno dei servizi offerti da Dotit. La nostra software house sviluppa soluzioni all’avanguardia in grado di semplificare la gestione dei flussi documentali che permettono ai nostri clienti di incrementare la loro efficienza ed efficacia operativa.
*/

SOFTWARE PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

DOTIT fornisce software e servizi per supportare anziende e Pubblica amministrazione nei processi di dematerializzazione e gestione documentale. Ogni offerta è diversificata e personalizzabile, i nostri software di gestione documentale vengono completamente adattati ai sistemi informatici dei nostri clienti. Contattaci e scopri l’offerta più adatta a te!

Digitalizzazione

L’ultima frontiera per l’impresa pubblica si chiama digitalizzazione. Digitalizzare significa, tra le altre cose, trasformare archivi cartacei in file. Questo processo consente di guadagnare spazi fisici, precisione ed efficacia nelle ricerche, un notevole risparmio di tempo ed energia. Gli archivi digitali sono consultabili esattamente allo stesso modo di quelli cartacei, file per file, faldone per faldone, ma la ricerca avviene attraverso modalità più innovative, ovvero per chiavi di ricerca quali ad esempio: nomi, date, argomenti, parole chiave. Specifiche tecniche di programmazione rendono gli archivi digitali fruibili ovunque, basta soltanto una connessione internet e un dispositivo con browser. I nostri software di gestione documentale per la PA sono in continua evoluzione, ne miglioriamo costantemente l’efficienza e la qualità. Il nostro scopo, infatti, è quello di renderli straordinariamente versatili e capaci di adattarsi alle esigenze più disparate.

Protocollo informatico

Il protocollo cartaceo classico permette di sapere quando un documento è arrivato, chi l’ha spedito, quando è stato inviato e a chi. Oltre a queste informazioni, il protocollo informatizzato include anche le funzioni di classificazione dei file e di reportistica. Per esempio, attraverso quest’ultimo, sarà possibile ottenere dati sul tempo che intercorre tra la registrazione e la classificazione, informazioni sui segmenti procedurali in ritardo, individuare quale passaggio registra una sofferenza temporale, definire gli atti elaborati dai singoli elementi dell’unità organizzativa. La produzione automatizzata di queste analitiche consente quindi di rimodulare i carichi di lavoro con semplicità.